_____________________________________________________________________________________________________________________________ ... e

No image Selected

Chi siamo

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

Dalle idee ed esperienze di tre amici, due agronomi e una bella signora perito agrario, che operano nel settore del bio da molto tempo, convinti che il Biologico in Sardegna non può e non deve essere solo il controllo e la passiva ricezione di contributi comunitari, si concretizza BioSardinia.

L’associazione ufficialmente nasce in una breve riunione casalinga nel giugno 2000, con il coinvolgimento di alcuni agricoltori biologici un po’ perplessi sulla piena riuscita dell’impresa, ma lungimiranti e fiduciosi nella nostra passione ed entusiasmo per il mondo del bio. Da parte di noi tecnici c’è il desiderio di far sviluppare consapevolmente l’agricoltura biologica in Sardegna, per il rispetto dell’ambiente e del paesaggio rurale, per la sanità degli alimenti e come opportunità di lavoro. I produttori invece vorrebbero sia loro riconosciuto prima di tutto un reddito soddisfacente e stabile e poi la loro capacità di produrre alimenti di qualità dall’intrinseco valore anche storico e culturale.

Considerato che la Sardegna è la regione più biologica d’Italia, come estensione delle superfici destinate a questo metodo di coltivazione, ma allo stesso tempo è la regione che meno porta i suoi prodotti sulla tavola dei consumatori, abbiamo deciso di costituire un’associazione che si preoccupasse non solo degli aspetti burocratici e tecnici dell’agricoltura biologica, ma soprattutto della destinazione finale dei prodotti certificati e della promozione e divulgazione di questo nobile metodo di conduzione dell’azienda agricola; questo nella ferma convinzione che l’agricoltura biologica sia un’opportunità di sviluppo unica per i prodotti agroalimentari Sardi, già avvolti da una certa aurea di naturalità, e che leghi la qualità degli alimenti al territorio e alla sua storia e tradizioni.

Tutto ciò conferirebbe all’alimento salubrità, sapore e tipicità che possono fargli conquistare una fetta del mercato agroalimentare, sempre più innaturale e dominato dalle grandi aziende agroindustriali e dalle agricolture intensive con cui la Sardegna non potrà mai competere. Insomma vorremmo trasformare l’isolamento, la scarsa popolazione e industrializzazione della Sardegna, da limiti a punti di forza dello sviluppo del nostro agroalimentare, agganciandoli poi proficuamente alla più fiorente risorsa economica Sarda: il turismo.


L’associazione ha deciso di aderire all’AMAB sia per la stima e fiducia che ripone nel suo gruppo dirigente e sia perché condivide appieno l’idea di creare un grande movimento nazionale di produttori biologici che possa darci una voce univoca ed una rappresentatività di peso nel contesto Mediterraneo e quindi nei confronti dell’Europa.


Gli obiettivi di BioSardinia sono principalmente diffondere l’informazione fra i consumatori e gli operatori agricoli sul significato di “prodotto da agricoltura biologica” e sulle sue implicazioni di carattere salutistico e di tutela ambientale; aumentare la consapevolezza degli operatori agricoli sui vantaggi economici derivanti dalla produzione e dalla commercializzazione dei prodotti biologici; accrescere le conoscenze e competenze dei produttori agricoli necessarie per una conduzione manageriale di un’azienda agricola biologica e per il raggiungimento di risultati di reddito adeguati; dare nuovi e più vantaggiosi sbocchi di mercato ai produttori agricoli biologici sardi, attraverso la fornitura di informazioni certe e concrete sulle potenzialità di nuovi e più ricchi mercati; promuovere e attuare concretamente uno sviluppo rurale sostenibile adeguato alle campagne della Sardegna; ed infine, porre le basi per l’attivazione di un sistema certo, affidabile ed efficace per un corretto utilizzo di un marchio “biologico sardo“.


Le azioni con le quali operiamo per raggiungere questi obiettivi sono la creazione, realizzazione e diffusione di efficace materiale divulgativo, che promuova i prodotti biologici, l’agriturismo e le molteplici attività che può svolgere un’azienda biologica, rivolto sia agli operatori agricoli che ai consumatori, da distribuire durante le attività promozionali e attraverso le associazioni di categoria, gli Organismi di Controllo, enti pubblici e di formazione, scuole ed altri eventuali soggetti promotori. Realizzazione di seminari e convegni, per consentire un’efficace informazione e sensibilizzazione dei decisori politici e di tutti i soggetti potenzialmente interessati.

Attività di formazione degli operatori agricoli condotta sia durante l’espletamento dell’assistenza tecnica che mediante corsi di formazione sulla gestione dell’azienda agricola biologica e sulla commercializzazione dei prodotti biologici. Partecipazione a fiere specializzate locali e internazionali per favorire i contatti commerciali dei produttori agricoli come il SANA di Bologna e il BIOFACH di Norimberga. Organizzare la produzione, la vendita e la distribuzione delle produzioni dei soci. Creare una rete di punti vendita organizzata in tutta la Sardegna ed in Italia, anche se non gestita direttamente da BioSardinia comunque regolata da direttive e impostazioni comuni e che sfrutti appieno le sinergie fra produzione e commercializzazione associate in un solo organismo con gli stessi ideali generali. Attivare e coordinare progetti di itinerari enogastronomici biologici, collegati all’industria del turismo concepito in maniera sostenibile, e creare reti informative e culturali fra aziende biologiche sarde e del resto del mondo.

L’Associazione fornisce ai propri soci servizi quali informazioni e contatti commerciali sul mercato del Biologico; assistenza tecnica totale in materia di Agricoltura Biologica direttamente con propri esperti o mediante convenzioni con istituti e/o professionisti; promozione di programmi di ricerca e di sperimentazione; definizione di programmi di produzione e di commercializzazione anche in collaborazione con altre associazioni; progetti aziendali per la conversione alla zootecnia biologica; assistenza sulle tariffe e i servizi dei vari Organismi di controllo autorizzati dal Ministero; assistenza per il reperimento di sementi e materiale vivaistico certificato; formazione di gruppi di acquisto a condizioni più vantaggiose per i produttori e consumatori del bio.

L’Associazione è retta da uno Statuto in base al quale possono aderire tecnici, operatori del commercio ed agricoltori interessati all’Agricoltura Biologica. I soci di BioSardinia usufruiscono delle convenzioni stipulate con diversi Organismi di Controllo, Professionisti, Istituti ed Organizzazioni varie, nonché delle iniziative curate dall’Associazione medesima.

Fra le tante attività infatti abbiamo partecipato alla progettazione e stiamo attuando docenze, partnership e stage presso alcune nostre aziende, del Master Universitario FIABAMED “per tecnici esperti in gestione della filiera delle produzioni alimentari provenienti da agricoltura biologica in ambiente mediterraneo”. Il Master, è il primo in assoluto realizzato dall’Università in Sardegna sull’Agricoltura Biologica (e uno dei pochi in Italia), è finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Scientifica, e speriamo possa essere l’inizio di una proficua collaborazione con la Facoltà di Agraria dell’Università di Sassari sui temi della sperimentazione e risoluzione dei principali problemi tecnici che assillano i nostri produttori.

L’attuale “modus operandi” di BioSardinia ci porta a caratterizzarci nel panorama regionale delle associazioni di settore, poiché vantiamo una totale indipendenza rispetto a qualunque associazione di categoria, con le quali peraltro collaboriamo attivamente, nonché una fattiva cooperazione con più di un organismo di controllo. Tale ultimo aspetto consente di indirizzare il socio verso una forma di certificazione legata alle esigenze di mercato del prodotto ed ai reali bisogni del produttore, con una molteplice possibilità di scelta (BioSardinia ha convenzioni con quattro organismi di controllo dei nove autorizzati).

BioSardinia ha affrontato in modo assai approfondito le tematiche scaturite dal Decreto Legislativo 228/2001 relative alla necessità di trasformarsi in società di capitali per poter poi essere riconosciuta ufficialmente. In merito a ciò si sta studiando un piano di adeguamento che, mediante l’utilizzo delle strutture produttive di alcuni soci, renderà possibile il “grande passo” per diventare associazione di produttori con successivo riconoscimento regionale.

Dr. Agr. Maurizio Fadda (Presidente di BioSardinia)
Via Trento, 70 - 08100 Nuoro (Sardinia, Italy)
Tel. +39.0784.31678

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza di Google Analitycs. Accettando dichiari che accetti l'installazione di questi cookies. Per capire meglio cosa sono i cookies, come vengono usati e come cancellarli, leggi la nostra Informativa estesa.

Accetto i cookies di questo sito.